Assalto a Villa Masnada

2 giugno 2018 - Festa della Repubblica

SCATTO DI LIBERAZIONE

opere d'arte esposte dal 2 giugno al 15 luglio

Rifugio Marco Balicco all'Azzaredo (Mezzoldo, BG)

Inaugurazione sabato 2 giugno, ore 14

locandina SCATTObalicco_def

C’eravamo lasciati alle spalle il 2016 con la promessa di custodire le opere originali che gli artisti ci hanno donato e con il desiderio che il progetto potesse abitare altri luoghi. Nel 2017 il Comune di Mozzo ha ospitato SCATTO in alcuni importanti spazi pubblici nel centro del paese.
Quest’anno, grazie all’interesse e alla disponibilità di Silvia e Luca, rifugisti del RIFUGIO MARCO BALICCO, l’installazione esce dal bosco e dai confini del Comune nella quale è nata per incamminarsi lungo i sentieri dell’alta Valle Brembana e raggiungere la bellissima conca montana dell’Alpe Azzaredo.
Abbiamo scelto la data significativa del 2 giugno, Festa della Repubblica, per l’inaugurazione dell’installazione collettiva che rimarrà esposta fino al 15 luglio.
Ringraziamo l’Ente Regionale ERSAF, il Comune di Mezzoldo e il CAI Alta Valle Brembana per il Patrocinio dato all’iniziativa che è stimolo a mettere in circolo la bellezza che di anno in anno assume forme diverse trovando comunque sempre il modo di abitare il nostro tempo.


73° Festa di Liberazione Nazionale

PIETRO ASPETTA IL SOLE

Laboratori, camminata, musica e letture - aprile e maggio 2018

 

SAQ_vol 25 aprile 2018_def stampa

SAQ_vol 25 aprile 2018_def stampa2

SAQ_vol 25 aprile 2018_def stampa3

 

72° Festa di Liberazione Nazionale

SCATTO DI LIBERAZIONE

opere d'arte esposte dal 22 aprile al 6 maggio 2017

Biblioteca comunale di Mozzo (via Orobie,1) e parco circostante l’edificio

Inaugurazione sabato 22 aprile, ore 16.30

vol A5 scatto mozzo_web

C’eravamo lasciati alle spalle il 2016 con la promessa di custodire le opere originali che gli artisti ci hanno donato e con il desiderio che il progetto potesse abitare altri luoghi.
Quest’anno l’Amministrazione Comunale di Mozzo ha proposto di ospitare "SCATTO" in alcuni spazi pubblici del paese. Dall’esposizione nel bosco accanto al monumento che ricorda i cinque partigiani morti nella boscaglia, quest’anno ci spostiamo vicino a Villa Masnada, esordio della vicenda partigiana.
Insieme all’Amministrazione abbiamo scelto di esporre i lavori nella Biblioteca comunale e nel parco pubblico che si estende appena fuori. All’interno della Biblioteca verranno mostrate le opere originali, mentre fuori verranno installate le riproduzioni su plexiglas. I due luoghi sono in connessione visiva perché separati da una grande vetrata. La modalità stessa d’installazione diventa dunque metafora del lavoro di Memoria che abbiamo svolto insieme agli artisti:
siamo partiti da una storia di uomini, arrivata a noi, generazione di oggi, attraverso documenti scritti conservati in Archivi e Biblioteche; l’abbiamo letta, raccontata, condivisa e grazie agli artisti sono nati questi 23 lavori, delicati, preziosi, capaci a loro volta di consegnare il racconto della vicenda stimolando, donando evocazioni nuove; infine abbiamo spinto oltre questi nuovi sguardi, là fuori, nella quotidianità e negli incontri che si s’intrecciano in un parco.

Ringraziamo l’Amministrazione Comunale di Mozzo per questo nuovo stimolo a mettere in circolo la bellezza che di anno in anno assume forme diverse trovando comunque sempre il modo di abitare il nostro tempo.

25 aprile 2017 - Camminata sulle tracce della Resistenza

SAQ_vol 25 aprile 2017

Anche quest’anno l’associazione Sotto Alt(r)a Quota il 25 aprile organizza una camminata al Monumento dei partigiani nei boschi compresi tra Almé, Bergamo, Paladina, Ponteranica, Sorisole e Valbrembo.
Il monumento ricorda i partigiani caduti nel bosco del Parco dei Colli dopo l’assalto a Villa Masnada, avvenuto il 26 settembre 1944.
Quest’anno, anche grazie alla stretta collaborazione con le ACLI provinciali, la rete di partecipazione si è allargata coinvolgendo diverse amministrazioni ed associazioni:
Comune di Curno, Comune di Ponteranica, Comune e Acli di Villa d’Almè, Coop AEPER, Comune e Acli di Mozzo, Gruppo Escursionistico Mozzo, Gruppi di cammino Mozzo, Gruppo missionario Mozzo, Gruppo parrocchiale i viandanti di Mozzo, Sez. ANPI Colli di Bergamo, Associazione CulturALMEnte, PD zona Hinterland Nord-Ovest.
Saranno quattro i luoghi dove ci si potrà ritrovare per poi camminare insieme all’interno del bosco del Parco dei Colli per raggiungere attraverso sentieri e piste ciclabili, il monumento.
Ore 15:
- Mozzo: Municipio, piazza della Costituzione.
- Villa d’Almé : Municipio, via Locatelli Milesi.
Ore 15.30:
- Ponteranica : piazzale mercato, via Valbona.
- Bergamo : Madonna della Castagna (via omonima).
L’arrivo dei quattro gruppi al monumento è previsto verso le ore 16.30 quando l'attore Fabio Comana, accompagnato dal sassofonista Massimiliano Milesi, leggerà il racconto “Cader con le prime castagne” di Damiano Fustinoni, ispirato alla vicenda partigiana.
Per la passeggiata si consigliano abbigliamento e scarpe comodi.


25 aprile 2016 - 71° anniversario della Liberazione

opere d'arte esposte da lunedì 25 aprile a domenica 15 maggio

scatto_locandina_web

Quest’anno abbiamo pensato di ricordare l'assalto partigiano a villa Masnada e festeggiare insieme il 71° anniversario della Liberazione coinvolgendo quarantasei amici tra artisti e scrittori consegnando loro il momento più intimo ed evocativo di questa importante storia di Resistenza bergamasca.

Ci siamo più volte fermati a raccontare e a riflettere sul dettaglio storico di una macchina fotografica rubata da un partigiano a villa Masnada e poi diventata per lui materia d’accusa. Una macchina fotografica che ha fermato attimi, ricordi, eventi, prove, sensazioni e vissuti per consegnarli alla storia. La fotografia, oggetto intimo, custodito con cura, carico di un potere emotivo che sprigiona coraggio e speranza. Ci piace pensare che a quella macchina fotografica, il partigiano abbia affidato un’ultima immagine, forse un paesaggio, forse una scena, forse il ricordo di ciò che ha lasciato a casa, forse la speranza di qualcosa che in quella vita, in quei giorni, in quel bosco, non ha potuto metter radici.

Abbiamo affidato alle mani di ventitré artisti i tratti di quest’ultima simbolica fotografia, lasciando loro la libertà d'uso e di scelta dei materiali e della tecnica di realizzazione, con l’unico vincolo del rapporto tra le dimensioni (il formato 2:3 delle vecchie fotografie) dell'opera finale. Le opere sono state poi riprodotte in bianco e nero e stampate su pannelli di plexiglass (20x30 cm), materiale che ci consente di installarle nel bosco dello scontro e del ricordo senza deteriorarsi agli agenti atmosferici. La trasparenza permetterà di vedere attraverso, facendo interagire l’opera con l’ambiente, la luce e le persone. Oltre al materiale, abbiamo valutato il metodo installativo per interagire con gli alberi, la radura e il monumento commemorativo presente in loco.

Lasceremo esposte le opere fino a domenica 15 maggio permettendo alle associazioni, amministrazioni, enti, comunità e realtà locali di poter organizzare visite oltre all’evento d'inaugurazione del 25 aprile. Ci piacerebbe poi proseguire l’esposizione delle opere originali in uno degli edifici pubblici dei Comuni limitrofi.

Gli artisti coinvolti sono: Giulia Battistoni, Mariella Bettineschi, Maurizio Bonfanti, Davide Casari, Enzo Catini, Mario Consoli, Giancarlo Defendi, Luigi Dragoni, Daniele Fabiani, Paolo Facchinetti, Giulia Gentilcore, Giulio Locatelli, Simone Longaretti, Renzo Nucara e Carla Volpati, Alfa Pietta, Giada Pignotti, Ugo Riva, Cristiano Rizzo, Marco Ronzoni, Marco Rossi, Mario Sacchi, Maurizio Scotti, Raffaele Sicignano.

Ogni opera è stata affidata a un amico appassionato di scrittura che ha preso inspirazione e suggestioni per creare un breve riflessione, racconto, poesia.

Gli scrittori coinvolti sono: un amico, Mauro Baronchelli, Luca Betelli, Maria Bottiglieri, don Franco Castelli, Rita Ceresoli, Carlo Colombi, Sergio Cortesi, don Enrico D'Ambrosio, Maria Dragoni, Giampietro Forlani, Piero Gentile, Barbara Lanfranchi, Corrado Maffioletti, Valeria Peque Marchesi, Stefano Morosini, Gianluca Paciucci, Filippo Pizzolato, Luca Prometti, Sara Rossi, Gimmy Schiavi, Perlita Serra, Gianmario Vitali.

È stata inoltre stampata una piccola pubblicazione che raccoglie tutte le ventitré opere d'arte accompagnate dagli altrettanti testi degli amici scrittori, il racconto “Cader con le prime castagne” e una sintesi della vicenda storica.

Ringraziamo gli sponsor tecnici Viviana Algeri e Falegnameria F. lli Gotti.

cartina percorsi

 


 

Settembre 2014 - 70° anniversario dell'assalto a Villa Masnada

La storia non è poi la devastante ruspa che si dice.
Lascia sottopassaggi, cripte, buche e nascondigli.
C'è chi sopravvive.
Eugenio Montale

 

Per l'occasione del 70° anniversario dell'assalto a Villa Masnada e dell'eccidio di Petosino, Sotto Alt(r)a Quota in collaborazione con l'ISREC (Istituto bergamasco per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea) ha realizzato delle t-shirt e felpe d'artista a tiratura limitata (150 capi abbinati a una cartolina numerata e firmata dall'autore).

t-shirt felpe uomo_MG_4260 felpe donna

L'immagine stampata su questi originali capi d'abbigliamento è stata disegnata dal giovane artista bergamasco Marco Rossi, che ha interpretato attraverso la propria visione poetica questa tragica vicenda resistenziale.
Dai numerosi bozzetti e disegni creati dall'artista per il progetto abbiamo deciso inoltre di realizzare una serie di cartoline d'autore (serie completa composta da sei cartoline).

cartoline (6) cartoline (5) cartoline (4) cartoline (1) cartoline (3) cartoline (2)

Marco Rossi è nato a Treviglio nel 1987. Nel 2006 si diploma al Liceo Artistico di Bergamo. Nel 2013 si laurea All'Accademia di Belle Arti di Brera nel corso di pittura.

Sito ufficiale dell'artista: www.rossi-marco.it

Il ricavato servirà a sostenere i prossimi progetti che Sotto Alt(r)a Quota e ISREC vogliono proporre in tutta la provincia bergamasca con la partecipazione attiva delle realtà territoriali che vogliono continuare a raccontare e tener viva la Memoria.


Informazioni tecniche:
Taglie: le t-shirt sono disponibili con taglio da uomo (taglie S-M-L-XL) e quello da donna (S-M-L) e hanno un unico colore "ecrù" (avorio). Le felpe sono disponibili con taglio da uomo (taglie M-L) nei colori (bianco, royal blu, sky blu, steel grey, red) e quello da donna (M) nei colori (bianco, rosso, verde). E’ stata prestata particolare attenzione anche al materiale (sono magliette e-cotton del
commercio equo e solidale; www.raggioverde.com) e alla produzione (è stata prodotta dal laboratorio serigrafico Tantemani del Patronato San Vincenzo di Bergamo).

Prezzi e promozioni:
- cartolina (cadauna) - 2 euro
- 6 cartoline (serie completa) - 10 euro
- t-shirt - 15 euro
- t-shirt + 6 cartoline - 20 euro
- felpa - 35 euro
- felpa + 6 cartoline - 40 euro

Foto: Marco Ronzoni © 2014